TFA SOSTEGNO: Prova Scritta, Pratica e Semi-struttura TFA SOSTEGNO 2021

Le commissioni per legge devono stabilire i criteri di valutazione delle prove scritte prima di iniziare le correzioni dei compiti e degli elaborati del VI ciclo TFA sostegno 2021. Abbiamo pertanto chiesto al noto e pubblicizzato Ente di Formazione Origine Concorsi in base a quali criteri hanno preparato le loro tracce ed i loro materiali, e quali credono siano i criteri che saranno adottati dalle commissioni successivamente. Infine,  abbiamo chiesto cosa si intende per prova semi-strutturata e prova pratica a cui si attengono alcune Università.

Come si svolgeranno le prove scritte?

Origine: Le modalità della prova cambiano da Università ad Università sempre nel rispetto delle disposizioni del bando nazionale e del Decreto attuativo del percorso di Specializzazione Sostegno. Ricordiamo che il DECRETO è del 30 settembre 2011 “Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto 10 settembre 2010, n. 249. (12A03796) (GU Serie Generale n.78 del 02-04-2012″.
Il nostro lavoro con il Laboratorio di preparazione alle prove scritte di sostegno diviso per gradi, è iniziato nel lontano 2011 ed ormai sono quasi 10 anni!

In che senso?

Origine:  Gli ambiti previsti dal Decreto nazionale sono 4. Queste le tematiche su cui verteranno le prove o le indicazioni specifiche sugli ambiti:

  1.  AMBITO A – competenze didattiche diversificate in funzione del grado di scuola;
  2.  AMBITO B – competenze su empatia e intelligenza emotiva;
  3.  AMBITO C – competenze su creatività e pensiero divergente;
  4.  AMBITO D – competenze organizzative e giuridiche correlate al regime di autonomia delle istituzioni scolastiche

Alcune Università adottano il modello di domande divise su tre ambiti (quindi tre tracce su 4 ambiti) ogni traccia in tal caso deve essere lunga: 20 righe in media, se fossero invece 4 tracce: 15 righe in media. Infine, altre Università formulano il quesito su di un solo ambito, quindi una sola traccia di lunghezza di circa 60 righe. La proporzione dipende sempre dall’unico foglio fornito per rispondere al candidato e non possono essere usati altri fogli o aggiunti altri fogli. Inoltre, ci sono candidati che hanno scrittura più ampia ed altri scrivono come dire “più piccolo”, per tanto la lunghezza è un dato indicativo ma significativo.

Esempi in tal senso?

Origine: Napoli: una sola traccia un solo ambito, Viterbo: una sola, Siena: tre, Firenze: tre, Salerno: tre, Cassino: tre, Lecce: tre, in Link Campus: tre, etc. Spesso nel bando è riportata l’indicazione delle modalità. Ad esempio, a Torino lo scorso anno erano 5, ma da quest’anno le indicazioni sembrano essere domande su tre ambiti quasi per tutte le Università. Il corso laboratorio tracce di Origine propone oltre cento tracce svolte divise per ambito, oltre ad audio-lezioni, glossario e ben 10 moduli teorici per orale!

Cosa invece si intende per prova semi-strutturata?

Origine: una mini progettazione didattica da parte del docente, su di un modello di una possibile diciamo impropriamente UDA. Milano, Genova, Roma Lumsa, in parte Torino, vanno in questo senso. Sul nostro laboratorio di scrittura tracce trova tutti i modelli e molta programmazione.

Cosa significa prova pratica?

Origine: è un altro modo per indicare una prova semi-strutturata con mini progettazione di un intervento didattico su di un “caso studio” classe. “Pratica” perché orientata alla descrizione concreta di quello che farà il docente quando andrà in classe a “lavorare” su una situazione classe, casi specifici, problematiche, punti di forza dell’alunno, punti di debolezza, caso specifico di disabilità da gestire, etc.

Voi come Origine preparate su ogni tipo di modalità?

Origine: Per forza. Anche se negli anni precedenti sono state le modalità tre tracce o una, o senza programmazione,  o altro, non significa che non possano uscire o cambiare. Noi diamo tutto a tutti, affinché la preparazione sia sempre non solo completa, ma anche flessibile per ogni tipo di traccia.

Pubblichiamo su fonte Origine Concorsi i Criteri di valutazione della prova scritta e delle tracce della prova scritta. 

Questi sono i principi su cui sono costruite le tracce di Origine

DESCRITTORI CRITERIO 

Livello basso da 0 a 3 Livello medio da 4 a 7 Livello alto da 8 a 10

Coerenza e pertinenza

Il candidato:
– lascia la domanda in bianco;
– mostra scarsa conoscenza dell’argomento.

Il candidato risponde in maniera corretta ma in termini generici senza adeguati riferimenti al contesto scientifico di riferimento.
Il candidato risponde in modo pertinente mostrando padronanza dell’argomento, inserendolo adeguatamente nel dibattito scientifico di riferimento.

Completezza

Il candidato espone l’argomento in modo semplicistico, a livello di senso comune. Il candidato presenta l’argomento in modo corretto ma superficiale, senza una visione critica.

Il candidato argomenta la propria risposta in modo critico e con riferimento ad autori, ai contesti socio-culturali e scientifici di pertinenza e a modelli teorici

Correttezza e chiarezza

Questi sono i principi su cui sono costruite le tracce di Origine

L’elaborato presenta:
– errori di ortografia e grammatica;
– mancato uso del lessico di settore.

L’elaborato:
– è scritto in modo corretto (non ci sono errori di ortografia e grammatica);
– presenta scelte lessicali appropriate (conoscenza del lessico del settore).

L’elaborato si distingue per particolare forma e accuratezza a sostegno della capacità argomentativa.

Prova scritta sostegno – griglie di valutazione dei commissari [documenti interni alle commissioni] – Fonte OrigineConcorsi.it

Gli elaborati scritti saranno valutati seguendo una rubrica di valutazione, predisposta dalla Commissione, sulla base delle seguenti dimensioni:

– il candidato illustra e descrive i “punti di forza” dell’ambiente di apprendimento e dei soggetti coinvolti;
– il candidato illustra e descrive i “punti di debolezza” dell’ambiente di apprendimento e dei soggetti coinvolti;
– riferimenti a strategie inclusive;
– suggerimenti per la collaborazione scuola-famiglia-extrascuola;
– suggerimenti per il miglioramento della qualità dell’integrazione scolastica;
– riferimenti teorici;
–  riferimenti normativi;
– uso di un linguaggio specifico;
– correttezza sintattica;
– correttezza ortografica.

Questi sono i principi su cui sono costruite le tracce di Origine